Home / Editoriale / Caso FCA, l’asse Roma-Berlino s’incrina. E’ già campagna elettorale

Caso FCA, l’asse Roma-Berlino s’incrina. E’ già campagna elettorale

Berlino contro Roma per il caso Fca. Del Rio: “non prendiamo ordini”.

Non poteva dirlo più chiaramente di così, il ministro Del Rio sulla questione Fca “Siamo sovrani, non prendiamo ordini”.

Sulla scia dell’ormai ex premier Matteo Renzi, il nuovo Governo di transizione non ci sta a farsi dettare le regole dalla Germania. L’asse Roma-Berlino è così sempre più incrinato.

Non bastava che il ministro tedesco mettesse bocca nei nostri affari accusandoci senza giusta causa (almeno per ora, infatti, non c’è bulla di accertato), ci si è messa pure Bruxelles che, manco a dirlo, invece di mediare spalleggia Berlino.

Per fortuna, almeno questo Renzi ha avuto tempo per cambiarlo, l’Italia inizia a tirar fuori un po’ di carattere.

La querelle, ormai lo sappiamo, è sulle emissioni inquinanti delle automobili Fiat Chrysler Automobilies (Fca), ad oggi sotto inchiesta. E da che pulpito arriva la predica? Dal Paese dove la Wolkswagen ha ammesso di aver truccato i dati sulle emissioni inquinanti.

Così il ministro tedesco dei Trasporti non ha nulla di meglio da fare che invocare l’intervento di Bruxelles per farci ritirare tre modelli di auto.

Quindi, non gli basta attaccare Fca, mira dritto al Governo. E Bruxelles? Bruxelles dall’alto della sua imparzialità punta il dito. Il Governo italiano, però, che finalmente pare si sia ripreso dal torpore rispedisce ogni accusa al mittente.

Il Ministro Del Rio (trasporti) e Calenda (industria) non ci girano tanto intorno “accuse irricevibili” e “la Germania pensi alla Wolkswagen”. Come dargli torto.. Eh sì che quando è scoppiato il caso tedesco nessuno in Italia si è sognato di recriminare nulla. Mentre al di là delle Alpi si fa un gran parlare dei fatti nostri. Al momento l’unica certezza è che “non ci sono dispositivi illegali dimostrati. Dai test i veicoli Fca risultano conformi”.

In tutto questo, il silenzio assordante della cancelliera Merkel ci dice tante cose. Per esempio, che qualcuno (il ministro dei trasporti tedesco, ndr) è indaffarato nella personale campagna elettorale.

Guarda altro

Saliscendi bancario. Segno più o segno meno

Mirino bancario. Chi sale e chi scende, più o meno Banco/Bpm da segno più o …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.